CICLO CO2 NEGATIVO – CARBON CAPTURE AND SEQUESTRATION (CCS)

//CICLO CO2 NEGATIVO – CARBON CAPTURE AND SEQUESTRATION (CCS)

Utilizzare le biomasse per produrre energia attraverso un impianto SYNGASMART® ha un importante e positivo impatto ambientale in termini di riduzione della quantità di CO2 atmosferica e di contrasto all’innalzamento della temperatura globale.

È noto che, nel corso dell’ultimo secolo, l’attività umana basata sullo sfruttamento delle fonti fossili ha comportato l’immissione in atmosfera di enormi quantità di anidride carbonica che, stando a quanto riportato nel World Meteorological Organization Greenhouse Gas Bullettin, nel 2015 ha superato le 400 ppm: per comprendere meglio, basti pensare che prima della Rivoluzione Industriale, tale valore si attestava a 280 ppm. Secondo Il Global Carbon Project ancora oggi l’uomo contribuisce ad immettere nell’atmosfera circa 10 miliardi di tonnellate di anidride carbonica all’anno: una delle conseguenze è che oggi la Terra è di 1°C più calda di un secolo fa.

In questo senso le biomasse svolgono un ruolo fondamentale nel sottrarre la CO2 (inclusa quella di origine fossile) dall’atmosfera, assorbendola attraverso la fotosintesi clorofilliana e trasformandola in carboidrati; gli impianti SYNGASMART®, utilizzando le biomasse, rilasciano in atmosfera solo una piccola parte dell’anidride carbonica assorbita dalle stesse durante il proprio ciclo di vita, fissandone la maggior parte nel biochar. Il risultato finale è il sequestro di CO2 fossile precedentemente presente in atmosfera.

2017-09-13T07:48:30+00:00 13 Settembre 2017|Faq|